• Terremoto di Amatrice

    Lo scorso 24 agosto la terra ha tremato in tutto il centro Italia causato centinaia di morti, migliaia di feriti e ingenti danni. Il Moto Club Bikers Jelsi ha inteso organizzare una raccolta fondi per le popolazioni colpite dal terremoto: 5 euro per coloro che sono in difficoltà. una piccola somma procapite, un grande gesto di solidarietà, da portare direttamente ad Amatrice.

  • Motostaffetta solidale 2017

    Anche il motoclub Bikers Jelsi parteciperà alla #motostaffetta2017 e assieme a Antonio Venditti si occuperà della tappa del #molise. Ringraziamo il presidente Davide Paolucci per la disponibilità #mototurismo #mototuristisolidali #tedofori2017.

  • Marchio Turismo di Qualità FMI 2015

    Lo scorso 20 Febbraio, in occasione dell'annuale premiazione ” Campioni Mototurismo“, davanti ad un numeroso pubblico e alla presenza del consigliere FMI Mario Alberto Traverso e Giovanni Copioli, il Motoclub Bikers Jelsi, conquistò un grandissimo traguardo nel mondo del mototurismo FMI, ricevendo l’attestato di qualità turistica 2015. Molti i motoclub in competizione, ma solo in 17 hanno centrato l’obbiettivo, sulla base del giudizio espresso dai partecipanti: ” accoglienza, intrattenimento, contenuti turistici e culturali “. Ringraziamo il Motoclub Bikers Jelsi, nella persona di Davide Paolucci, per aver dato alla nostra regione e al nostro paese, l’opportunità di essere conosciuti a livello nazional

  • Tesseramento 2017

    Perche tesserarsi con il M.C. Bikers Jelsi? Innanzi tutto per far parte di un gruppo di amici che amano la moto. Un gruppo che promuove un motociclismo intelligente e divertente. Un gruppo che ama le forti emozioni che solo una moto può dare tra le curve delle nostre colline o alla scoperta di nuovi e lontani paesaggi, con qualsiasi moto, moderna o d´epoca. Un gruppo che organizza vari eventi, motoraduni, motopasseggiate, motoraid, motobeneficenze, manifestazioni promozionali per piloti fuoristrada, manifestazioni per piloti alle prime armi. Un gruppo che promuove la sicurezza sulla strada organizzando incontri nelle scuole del territorio. Un gruppo che si attiva per il servizio d’ordine in altre manifestazioni territoriali non solo motociclistiche. Un gruppo sempre a disposizione degli altri.

  • Certificato di Qualità Turistica

    Lo scorso 20 Febbraio, in occasione dell'annuale premiazione ” Campioni Mototurismo“, davanti ad un numeroso pubblico e alla presenza del consigliere FMI Mario Alberto Traverso e Giovanni Copioli, il Motoclub Bikers Jelsi, conquistò un grandissimo traguardo nel mondo del mototurismo FMI, ricevendo l’attestato di qualità turistica 2015. Per trasparenza sarà reso noto l’elenco dei donatori sulla pagina Facebook del club e sarà invitao un messagio Whatsapp a tutti i donatori. A breve sarà reso noto anche l’elenco dei punti di raccolta nella città di Campobasso e nei paesi limitrofi, mentre a Jelsi si può dare la propria offerta direttamente a Davide Paolucci, presidente del motoclub.

IL MOLISE MOTOCICLISTICO: PICCOLO MA AGGUERRITO

motoitalia set16

Piccolo sì, ma agguerrito e con un’attività in crescita. Potremmo descrivere così il Co. Re. Molise, attualmente guidato da Nicola Iannantuono, nominato Commissario dal Consiglio Federale FMI a seguito delle dimissioni dello scorso dicembre del Presidente Clemente Santoro. Una nomina, quella di Nicola, facilmente prevedibile vista la sua esperienza: “Ho sempre collaborato con la FMI – racconta Iannantuono – prima da Commissario di Gara e poi, quando Molise e Abruzzo erano un’unica regione, da Delegato Provinciale. Solo nel 2007 il Molise ha ottenuto la sua autonomia e in quell’anno fui eletto Presidente. Successivamente sono stato nominato Referente Regionale della Commissione Sviluppo, e grazie al Vice Presidente Copioli ho cominciato a collaborare con il Comitato, ottenendo ottimi risultati. La mia nomina a Commissario era nell’aria. Essendo già stato Presidente era la soluzione più veloce per dare continuità alle attività iniziate nel 2015 dal Presidente Santoro, che hanno visto una crescita importante di licenze Minicross, frutto del lavoro svolto dal Co. Re. in sinergia con la Commissione Sviluppo e i Moto Club”

Negli ultimi tempi quindi il lavoro maggiore è stato incentrato sulla promozione?

“Con il precedente Presidente abbiamo lavorato molto sulla promozione giovanile negli ultimi due anni. Il cambiamento radicale della Commissione Sviluppo Regionale ha permesso a molti giovani di avvicinarsi a questo sport e, dal 2014 ad oggi, abbiamo avuto un incremento di minicrossisti. Oltretutto, gli sforzi continui dei Motoclub, che ringrazio, ci consentono di avere dei piccoli trofei di Motocross ed Enduro Country, eventi che danno modo agli appassionati di avvicinarsi al nostro mondo. Nel 2016 stiamo puntando proprio su queste due discipline, che sono molto apprezzate dalla nostra utenza regionale, con discreti risultati sia in termini di partecipazione che di organizzazione”.

Ora che è di nuovo alla guida del Co. Re., qual è la parte più stimolante e il compito più difficile del ruolo secondo lei?

“La mia regione è molto piccola, il compito più difficile è quello di fare attività sportiva e turistica in autonomia. E’ indispensabile essere molto ambiziosi per riuscirci, considerando che il Molise fa solo 300.000 abitanti”.

Dell’attività sportiva abbiamo detto. Visto che l’ha citata, a che punto è invece quella turistica?

“Il Molise è una terra ricca di bellezze paesaggistiche, purtroppo però non siamo ancora in grado di ‘vendere’ il nostro prodotto e molti organizzatori sono legati alle ‘vecchie tradizioni’, ma qualcosa sta cambiando. Con la collaborazione del nostro referente Davide Paolucci e del Presidente Mario Alberto Traverso, che ringrazio, abbiamo istituito un Trofeo con il quale premiamo l’aggregazione e il gioco di squadra. Stiamo spingendo molto sul cambiamento, per portare negli eventi origini, tradizioni e cultura molisane. Molto attivi poi i Bikers FMI, con i Motoclub Lupo e Black Taurus, quest’ultimo organizzatore della Molise Bikers Fest, che ogni anno attira centinaia di motociclisti da fuori regione”.

Progetti ancora in cantiere per questo 2016?

“Il Molise ha bisogno di un ricambio generazionale, soprattutto nell’ambito sportivo. Per questo nel 2016, insieme al Vice Presidente Fabio Larceri, che ringrazio, abbiamo programmato dei Corsi Teorici Pratici che contribuiranno alla crescita agonistica di nuove leve”.

Vista la sua esperienza, chi vedrebbe bene come prossimo Presidente del Co. Re. e che consiglio gli darebbe?

“Non mi sono fatto un’idea di chi potrà essere il nuovo Presidente Regionale, spero che chiunque si faccia avanti, venga già da un’esperienza in FMI. Il consiglio è uno solo: dimostrare passione!”.